Pubblicato in: mindfulness, percorsi, psicologia

Meditazione della montagna

Una delle meditazioni più efficaci praticate nella mindfulness è quella della montagna che permette di ‘sentire’ i vari cambiamenti della montagna. I cambiamenti legati alle stagioni, al cambio di clima come il vento, la neve e il sole della primavera e poi dell’estate. E i cicli del giorno, dall’alba col sole appena tiepido, al calore di mezzogiorno, al rinfrescarsi del pomeriggio fino al buio della notte. Sentirsi se stessi piantati ben in terra con la base larga della montagna, nonostante tutti questi cambiamenti che durante la nostra vita accettiamo come parti di noi, senza però mai andare ad intaccare il nostro nucleo. Nascere, crescere, modifivarsi, invecchiare e restare noi con la nostra forza come quella della montagna.

Il clima della nostra vita, come quello della montagna non può essere negato o rifiutato, ma accolto e compreso per quello che è con attitudine consapevole. Questa attitudine ci porta a una quiete e una saggezza radicata in noi, necessaria per affrontare intemperie e bufere, giornate di sole sfavillante o di grigia monotonia.

Buona meditazione, buona montagna e buona vita

Pamela